Ai confini della memoria

.

La tragedia delle foibe

Lettura scenica con accompagnamento musicale di percussioni e chitarra.
Una attrice e un musicista
Durata 50 minuti.

“Foiba, fossa, abisso. Fino a sessant’anni fa il termine era solo nei libri di geologia. Durante il 1945 le foibe rappresentarono il simbolo di una tragedia spaventosa”

I testi proposti provengono da una selezione di storie e testimonianze tratte da alcuni libri che affrontano questa tragica pagina della nostra Storia.
Tra settembre del 1943 e la primavera del 1945, nei territori della Venezia Giulia occupati dal Movimento Popolare di Liberazione Jugoslavo del maresciallo Tito, migliaia di uomini e donne scomparvero nelle “foibe”, le cavità naturali che si aprono nel Carso. “Infoibati”: in questo termine sono racchiusi la memoria degli scomparsi e l’orrore di una immensa tragedia, spesso dimenticata e rimossa.


Torna in alto...